Escudo de Huánuco: Storia e significato

Lo stemma di Huánuco è lo stemma di punta del dipartimento di Huánuco, in Perù. Fu fondato il 15 agosto 1539 dallo spagnolo Gómez de Alvarado y Contreras.

Il primo stemma del dipartimento di Huánuco fu concesso nel 1543 dal governatore Cristóbal Vaca de Castro. Da quel design, diverse modifiche sono state generate nel tempo.

storia

Nella storia coloniale del Perù, le forze invasori spagnole si fronteggiavano costantemente al fine di aumentare il loro potere sulle ricchezze e sui territori peruviani.

Tale è il caso dei pizarristas e degli almagristas nel 1538, che combatterono a Cusco. Da questo confronto i pizarritas furono vittoriosi, con la morte di Diego de Almagro.

Dopo che il capo dei pizarristas, Francisco Pizarro, manda una forza militare sotto il comando di Alonso de Mercadillo con lo scopo di conquistare le terre di Villcomayos, Panatahuas e Rupa Rupa, una regione che oggi è conosciuta come Huánuco.

Questa compagnia sarebbe stata sabotata e ostacolata dalle forze militari e dall'intelligenza strategica di Illa Tupac, un abile guerriero che affrontò i colonizzatori innumerevoli volte e che emerse vittorioso.

Parallelamente, lo spagnolo Alonso de Alvarado parte da Lima a Chacapoyas alla ricerca della leggendaria città di El Dorado. Affronta Illa Túpac e vede la sua compagnia sconfitta.

Prima di tutto, Pizarro decide di inviare truppe nelle regioni di Huánuco Pampa per sviluppare una strategia contro il guerriero convinto.

È così che, transitando la rotta di Canta, Gómez Alvarado e Contreras fino a Huánuco Pampa o Huánuco Viejo, fondando questa regione come "città di Huanuco" il 15 agosto 1539.

Oggi quella regione fa parte della provincia di Dos de Mayo, poiché in seguito la città di Huánuco, battezzata "León de Huánco", si trovava nella valle del fiume Huallaga.

Evoluzione storica del design

Come menzionato prima, il primo stemma di Huánuco fu concesso nel 1543 dal governatore Cristóbal Vaca de Castro.

Era caratterizzato principalmente da un leone rampante d'oro che portava una corona con la scritta "Leone di Huánuco de los Caballeros".

Successivamente subì alcuni cambiamenti nel suo design, apparendo un leone incoronato d'oro che inchiodava il suo artiglio sul petto di un guerriero. Questo guerriero si riferisce al capitano ribelle Francisco Hernández Girón.

La storia racconta che Hernández Girón, 10 anni dopo la fondazione della città di Huánuco, insorse contro la corona spagnola nella città di Cusco.

Come risultato di questo scontro, un gruppo di soldati spagnoli chiamati "quelli di Huánuco" affrontarono Francisco Hernández Girón e riuscirono a sconfiggerlo e assassinarlo.

In riconoscimento di questa impresa, il re Carlo V diede alla città il titolo di "La nobile e molto leale città di León de Huánuco de los Caballeros".

La rappresentazione di Hernández Girón sullo scudo simboleggia la supremazia della monarchia spagnola su qualsiasi movimento ribelle che si oppone a esso.

Due aquile reali sono aggiunte ai lati dello scudo attuale, così come il pennacchio situato sulla parte superiore dello stemma.

Nella parte inferiore dello scudo appare il leggendario uccello Pillco, il cui canto ha dato origine al nome di Valle del Pillco, situato a Huánuco.

L'uso del leone rampante è spesso legato alla città natale del governatore Cristóbal Vaca de Castro, nativo del Regno di León, in Spagna.