Generi giornalistici: caratteristiche, struttura

I generi giornalistici sono quelle modalità di creazione linguistica la cui principale caratteristica è l'adattamento della sua struttura alla diffusione di notizie e opinioni. Questa diffusione avviene attraverso i social media. Il contenuto trasmesso coinvolge sia la notizia stessa che il suo giudizio valutativo.

Tuttavia, il concetto di genere giornalistico fu usato per la prima volta nel 1952 dal giornalista francese Jacques Kayser. L'intenzione iniziale di coniare questa definizione era lo sviluppo di un metodo quantitativo per fare analisi sociologiche dei messaggi di giornale.

Successivamente, è stato proiettato come una dottrina della sociolinguistica per fare valutazioni critiche della natura letteraria e linguistica delle notizie pubblicate. Allo stesso modo, la teoria dei generi giornalistici è stata in seguito adottata come metodo per l'organizzazione pedagogica degli studi universitari nel giornalismo.

D'altra parte, i generi giornalistici si sono evoluti al ritmo dell'umanità e del suo bisogno informativo. Nella sua prima fase (fino alla prima guerra mondiale) era un giornalismo puramente informativo). Poi, seguì un giornalismo interpretativo (fino alla metà del 1940). Negli ultimi tempi, il giornalismo d'opinione ha prevalso.

I generi giornalistici sono importanti nello sviluppo della funzione giornalistica. Da un lato, permettono al giornalista di adempiere alle funzioni affidate dalla società alla stampa. Queste funzioni hanno a che fare con la soddisfazione delle esigenze di informazione, educazione, cultura e intrattenimento della popolazione.

Consentono inoltre alle interazioni tra la stampa e i suoi lettori di essere diverse grazie alla molteplicità di canali disponibili per accedere al materiale giornalistico. Allo stesso modo, consentono la differenziazione degli elementi comunicativi (gli elementi costitutivi delle informazioni delle opinioni, ad esempio).

Caratteristiche generali

semplicità

Quando si tratta di generi giornalistici, semplicità significa scrivere con parole facili da comprendere per i lettori. Tuttavia, questa funzionalità completa la precisione.

Quest'ultimo presuppone che le parole usate in aggiunta a quelle conosciute siano accurate; cioè, sono quelli indicati per ottenere un testo coerente.

succinctness

La concisione è la caratteristica opposta della ridondanza, della verbosità e dell'esitazione espressiva. Questa caratteristica dei generi giornalistici costringe gli specialisti delle diverse branche a compiere uno sforzo affinché i loro testi raggiungano chiaramente tutti i settori.

Paragrafi strutturalmente coerenti

I generi giornalistici sono caratterizzati dall'avere strutturati paragrafi coerenti. Questi dovrebbero essere modellati da frasi che sono cucite insieme in modo ordinato. Quindi, un paragrafo si connette con il prossimo per esprimere coerentemente idee, affermazioni o giudizi.

All'interno dello stesso paragrafo, l'idea iniziale di una frase è collegata all'idea finale della frase precedente o all'idea generale dominante. In questo modo, l'idea centrale della scrittura è chiaramente delimitata e sviluppata.

Mittente-ricevitore corrente

In generale, i generi giornalistici si riferiscono a problemi immediati, vicini e nella stessa dimensione temporale sia dell'emettitore che del ricevitore.

Altrimenti smetterebbero di essere giornalistici, poiché il destinatario dell'informazione richiede in relazione a fenomeni, eventi e personaggi che appartengono alla loro attualità.

Argomenti di interesse sociale

Un'altra delle caratteristiche generali dei generi giornalistici è il fatto che si riferiscono a temi, fenomeni, eventi, opere o personaggi di interesse sociale.

struttura

In generale, non esiste un'unica struttura per la produzione di generi giornalistici. C'è solo una struttura referenziale generale che i giornalisti seguono per la produzione del loro lavoro. Questa struttura referenziale segue una metodologia di ordine di tensione decrescente.

Secondo questo schema, il più importante è scritto nel primo paragrafo. Quindi vengono inseriti i dati di minore interesse. Questa struttura è conosciuta dagli specialisti come una piramide rovesciata e consiste di due elementi: ingresso e corpo.

Input o lead

La voce corrisponde al primo paragrafo del genere. Qui si trova l'informazione centrale del lavoro. Non è scritto come un'introduzione né ha le sue funzioni in alcun modo.

Al contrario, raccoglie gli elementi più importanti della scrittura e forma un elemento progettato per suscitare la curiosità del lettore sull'argomento che viene affrontato.

In questo senso, questo paragrafo di entrata dovrebbe contenere tutte le informazioni rilevanti, rispondendo alle domande cosa, chi, quando, dove, come e perché.

Questi plasmano lo stile dei giornalisti, poiché attraverso l'ordine in cui vengono esauditi, viene stabilito l'approccio che il giornalista fa all'argomento.

Per molto tempo questa forma è stata utilizzata da giornalisti di tutto il mondo. Tuttavia, oggi questa tendenza è caduta in disuso a causa dello sviluppo di generi e dell'introduzione di progressi tecnici nella stesura e nella diffusione.

Attualmente è comune scoprire che solo due o tre domande hanno una risposta nel primo paragrafo e il resto è lasciato per i paragrafi successivi. Solitamente, quelli che centrano l'interesse tematico dei lettori ricevono prima una risposta.

Come conseguenza di ciò, il successo di una voce dipende in larga misura dalla capacità del giornalista di trovare quale è la domanda che genera il maggior interesse dei lettori.

corpo

Secondo il formato attuale, il corpo del lavoro giornalistico si trova nel corpo. In questa sezione sono le cause, le conseguenze e l'analisi dei fatti. In questo modo, il pubblico ottiene una visione più profonda di loro e può formare un'opinione su ciò che è successo.

Questa parte contiene i dati esplicativi in ​​cui sono correlati gli aspetti complementari del fatto centrale. In generale, questi dati possono essere omessi senza danneggiare il resto dei dati esposti nelle altre sezioni.

Principali generi giornalistici

Generi giornalistici informativi

Sono quei generi che offrono dettagli sugli eventi attuali o informazioni sui personaggi che sono notizie. Di seguito verranno spiegati alcuni di questi tipi di generi giornalistici.

notizie

La notizia è una produzione giornalistica che si occupa di notizie. Per la sua concretezza, richiede un evento che sia degno di nota.

Una delle caratteristiche fondamentali che caratterizzano questo genere informativo è l'attualità che costringe l'evento a essere un evento recente, un annuncio o una scoperta.

Inoltre, un'altra delle sue particolarità è la novità. Ciò implica che le notizie devono essere di un evento sconosciuto o poco conosciuto fino a quel momento.

Devi anche soddisfare il requisito di veridicità o realtà. La periodicità è un'altra delle sue caratteristiche più comuni: le informazioni sono presentate al pubblico con un intervallo di tempo prefissato.

D'altra parte, le notizie devono rispondere ai bisogni e alle aspettative del pubblico di lettori. Altri specialisti assegnano altre funzionalità aggiuntive alle notizie. Secondo questi, le notizie devono essere tempestive, non sistematiche (eventi isolati senza connessione tra loro) e deperibili (scompaiono quando perdono rilevanza).

Rapporti informativi

Il notiziario sviluppa le notizie, incluse informazioni sulla descrizione del contesto e le dichiarazioni delle persone legate all'evento.

Questo genere si avvicina alle notizie da una prospettiva descrittiva-oggettiva. Valori o opinioni personali dell'editore sono esclusi.

A seconda del soggetto, del formato e del trattamento delle informazioni, è possibile distinguere i report con blocchi tematici e con un contrappunto o una struttura dialettica. Inoltre, puoi trovare rapporti con struttura cronologica e struttura per scene o casi.

interviste

L'intervista è definita come una conversazione in cui si cercano risposte a questioni di interesse pubblico. In un'intervista partecipa una persona che pone le domande (l'intervistatore) e altre persone che rispondono (intervistate). Le risposte riflettono solo la posizione dell'intervistato in relazione alla domanda che viene posta.

Inoltre, un'intervista può consistere nella riproduzione approssimativamente della letteralità delle parole delle fonti informative.

La caratteristica predominante in questo genere di genere è che questi sono quelli che impostano l'agenda. Questa dipendenza è più accentuata a seconda del livello sociale, politico, economico o culturale della fonte.

In questo genere, il giornalismo non riesce a svolgere il suo ruolo sociale di interpretazione della realtà poiché sono gli intervistati a stabilire i contenuti.

Controlla il flusso e la cadenza della fornitura di informazioni. D'altra parte, il giornalista diventa un propagatore di ciò che dice e tutto ciò che accade è programmato in anticipo.

Generi giornalistici di opinione

I generi di opinione giornalistici non riportano sugli eventi attuali. Piuttosto, questo tipo di testo cerca di esporre opinioni su informazioni che sono state divulgate in anticipo e che sono di dominio pubblico.

editori

L'editoriale è un parere scritto in cui commenti, analisi, interpreta e valuta un evento di significativo significato locale, nazionale o internazionale. Ciò riflette il punto di vista del direttore o del direttore del giornale e, di conseguenza, del giornale stesso.

La sua intenzione è di far riflettere il lettore su fatti particolari. A volte cercano anche di influenzare le opinioni del lettore editoriale. Sono scritti sotto uno schema discorsivo argomentativo-espositivo. A seconda dello schema applicato, ci sono editoriali esplicativi e editoriali di opinione.

Lettere al regista

Questo tipo di testo è uno dei generi di opinione giornalistici di maggiore sviluppo del giornalismo negli ultimi anni. Rappresentano la relazione tra i media e il suo pubblico. Le persone scrivono queste lettere quando vogliono dare un parere su un articolo pubblicato o un vero evento pubblicato dal giornale.

Come ogni altra lettera, la lingua utilizzata è informale all'interno della raffinatezza imposta dalla lingua. Allo stesso modo, le norme di cortesia e decoro imposte dalla società in cui si svolge lo scrittore e l'ambiente giornalistico determinano il tono generale della lettera.

Articoli di opinione

L'articolo di opinione è un testo in cui un particolare evento viene analizzato o interpretato. Lo scrittore dell'articolo aggiusta la sua posizione e dà il suo giudizio valutativo in relazione all'argomento e, come nell'editoriale, stampa la sua firma. Tuttavia, la firma è personale poiché rappresenta l'opinione dell'autore che non è necessariamente uguale al giornale.

Inoltre, l'estensione di questo tipo di articolo è generalmente breve, gli argomenti trattati sono vari e i loro titoli cercano di essere originali e attraenti.

Per il loro scopo informativo assomigliano a saggi letterari e mirano anche a chiedere una riflessione su qualsiasi argomento della vita umana.

colonne

I giornalisti che scrivono all'interno di questo tipo di opinione giornalistica sono noti come giornalisti. La colonna ricorda l'articolo di opinione, ma i suoi giornalisti di solito lavorano per la dedizione nei media. Possono anche impostare posizioni diverse in relazione allo stesso soggetto.

È un genere in cui puoi trovare importanti rappresentanti della letteratura e delle arti in generale. Nelle colonne il linguaggio usato è amichevole, di cameratismo tra autore e lettore.

recensioni

I critici sono testi specializzati in cui si pensa alle aree di una certa specialità artistica. Questo lavoro è fatto da esperti noti come critici.

Inoltre, il suo linguaggio è semplice e comprensibile a tutti, ma allo stesso tempo è appassionato. Si tratta di evidenziare aspetti delle opere che potrebbero interessare il pubblico.

Generi giornalistici interpretativi

Questo tipo di genere combina le caratteristiche delle notizie con il genere di opinione. C'è una grande varietà all'interno dei generi giornalistici interpretativi, alcuni dei quali saranno dettagliati di seguito.

Cronache

A differenza di altri generi, la cronaca è ancora più antica del giornalismo. Ha la sua origine nelle storie cronologiche che prendono il loro schema dal corso naturale del tempo.

L'editore è noto come il cronista che fa la storia come se fosse un testimone. La sua caratteristica principale è la storia degli eventi in modo sequenziale e dettagliato.

sondaggi

Questo genere di giornalismo è usato per fare sonde veloci in relazione ai problemi attuali. Il suo obiettivo è offrire ai lettori la tendenza pubblica in relazione a un argomento specifico.

Ha le sue origini nel rilevamento statistico a fini sociali, ma differisce da esso in quanto il rigore dei modelli matematici è ovvio.