Cinetoterapia e i suoi 16 benefici per la salute fisica e mentale

La cinematoterapia è l'uso del cinema come mezzo per integrare la terapia psicologica, compresa la visione di film, scene o cortometraggi e la loro successiva analisi come compiti a casa o nella pratica del professionista.

È usato come mezzo o strumento che può aiutare la persona, tra le altre cose, a riflettere su diversi aspetti della vita.

Psicologia e film si fondono in film terapia, infatti entrambi nacquero quasi contemporaneamente, alla fine del XIX secolo. L'origine della psicologia come disciplina appare nel 1879 quando il fisiologo, filosofo e psicologo Wilhelm Wundt crea in Germania il primo laboratorio di psicologia sperimentale.

E d'altra parte l'inizio del cinema è considerato avvenuta nel dicembre 1895 quando i fratelli Lumière creano una serie di immagini proiettate nel loro laboratorio. Questo legame continua negli anni successivi in ​​cui sia la psicologia che il cinema sono consolidati.

Il fisiologo russo Ivan Pavlov presenta la sua teoria sui riflessi condizionati a Madrid nel 1904 ed è proprio in questo momento che Alfred Binet costruisce nel suo gabinetto i primi test per misurare l'intelligenza. Mentre accadeva tutto questo, l'inventore Georges Méliès ha aperto uno studio di registrazione a Parigi dove crea film come Viaje a la Luna, che lo porta a considerarlo il precursore della fantascienza cinematografica.

Questo legame ha continuato a essere mantenuto nel corso degli anni, dal momento che esiste una stretta relazione tra i due. La psicologia fa parte delle diverse fasi del processo di creazione di un film, ad esempio, nello sviluppo della personalità e delle caratteristiche dei personaggi, nella creazione della sceneggiatura o nella stessa interpretazione degli attori.

D'altra parte, sono stati realizzati molti film che hanno avuto e hanno come tema principale la psicologia, il ruolo dello psicologo, il processo terapeutico oi disturbi mentali.

Nel 1947 il dott. Gary Solomon aveva già scoperto i vantaggi del cinema nel processo terapeutico e usato i film come mezzo per raggiungere il subconscio delle persone.

Gli inizi: cineterapia

Fu nel 1998 quando Hesley e Hesley iniziarono ad usare termini come video-lavoro o cinematerapia (cinematerapia in inglese) e li rese popolari con il loro libro Rent a couple of movies e ci vediamo domani .

Propongono al paziente la visione di film o scene che considerano appropriati per ogni caso con lo scopo che la persona possa sentirsi identificata o riconoscere qualche aspetto di se stesso e che lo conduca a una riflessione successiva.

Invece di altre attività o strumenti prescrivono questa attività come compiti a casa perché ritengono che serva a rafforzare e accelerare l'efficacia del processo terapeutico.

Sostengono inoltre che l'uso del cinema in terapia presenta diversi vantaggi rispetto ad altri strumenti, ad esempio, che è facile da accedere, è familiare ed è anche un'attività che la maggior parte delle persone considera piacevole.

Secondo questi autori, alcuni degli aspetti a cui contribuisce l'utilizzo di questa strategia sono che fornisce modelli da seguire, aiuta a riformulare i problemi, rinforza o estingue un determinato comportamento o migliora la comunicazione. Altri terapeuti come Ulus (2003) includono regolarmente film come risorse per terapie di gruppo.

La capacità del cinema di generare un comportamento positivo

D'altra parte, Mangin (1999) sottolinea che se i film possono generare comportamenti negativi (ad esempio, inducendo violenza), il loro buon uso avrà la capacità di generare l'effetto opposto e sviluppare comportamenti positivi.

Questo stesso autore indica che l'impatto dei film si verifica più emotivamente che intellettualmente. Un altro vantaggio indica la possibilità di trattare indirettamente questioni che sono difficili da affrontare direttamente, come l'abuso di sostanze.

Nel 2004 Lampropoulos, Kazantzi e Deane hanno condotto un sondaggio negli Stati Uniti sull'uso del cinema in terapia a 827 psicologi e psichiatri. Il 67% ha indicato di aver usato il cinema come risorsa abituale nel trattamento dei propri pazienti. Inoltre, l'88% degli intervistati ha ritenuto che l'uso di questo strumento fosse benefico per la terapia in quanto contribuisce alla sua efficacia. Solo l'1% ha risposto che l'uso del cinema potrebbe essere dannoso per il processo terapeutico.

Secondo García-Martínez e Moreno-Mora (2011), la ricerca sperimentale ha mostrato alcuni fatti che giustificano l'uso del film come strumento nel processo terapeutico. Come mostrano numerosi studi, gli esseri umani tendono ad attribuire l'intenzionalità a qualsiasi oggetto animato o apparentemente animato e questo effetto è già stabilito nell'infanzia (O'Neill e Shultis, 2007).

Pertanto, è facile attribuire intenzioni, desideri e somiglianze ai personaggi che vediamo nei film, siano essi umani o animati. D'altra parte, numerosi studi sulla personalità indagano sul possibile effetto dei mass media (specialmente film) sullo sviluppo dell'identità degli individui (McAdams 1995).

Negli ultimi anni ci sono stati esperimenti e indagini che generalmente concludono che un film può connettersi in modo significativo con una persona, può riflettere aspetti della sua vita, valori, emozioni, esperienze, situazioni che a volte non possono o non esprimono con le tue parole.

Parlare di un film può fornire la libertà di esprimere opinioni, discutere ed esprimere opinioni attraverso i personaggi e le situazioni che appaiono in esso.

Benefici della terapia del film

Ecco alcuni dei principali vantaggi dell'uso del cinema nel processo terapeutico, nonché in altri contesti o aspetti della vita in generale.

1- Rifletti sulle situazioni della vita

Il cinema ci aiuta a riflettere su situazioni che fanno parte della vita e che possono essere difficili da affrontare, come il dolore, l'abuso o la malattia. Apre una porta alla riflessione, all'apprendimento e ad un possibile dibattito in cui ognuno può contribuire con la propria esperienza o analisi.

2- Ruolo importante nella socializzazione

Il cinema ha un ruolo fondamentale nei processi di socializzazione. Trasmette valori e modelli di riferimento, spesso sono gli attori stessi che con i loro comportamenti e atteggiamenti servono da modello. Ha anche una grande capacità di diffusione per la capacità di raggiungere praticamente l'intera popolazione.

3- È divertente

È una modalità di intrattenimento molto comune. In molte occasioni, guardare un film è un modo per disconnettersi dalla vita di tutti i giorni, entrare nei panni di qualcun altro o viaggiare in altri luoghi. È un modo di allontanarsi per alcuni minuti dai problemi quotidiani che ci permettono di rilassarci e goderci un periodo di riposo mentale.

4- Serve a diventare consapevole dei punti di forza o dei valori

Serve come mezzo per rendere consapevoli i propri punti di forza o valori. L'osservatore potrebbe sentirsi identificato con uno dei personaggi o situazioni che il film riflette. Questo può aiutare la persona a sviluppare una motivazione interna o utilizzare risorse personali che non avrebbe mai pensato di possedere.

5- Ci esponiamo alle nostre paure

Molti film ci espongono alle nostre paure o paure. Sebbene sia spiacevole e talvolta doloroso, è il modo giusto per iniziare a superarli. Ci aiuta a capire l'origine di quella paura, come viene prodotta o anche le strategie per affrontarla.

6- Diffondere l'uso della psicologia

Conoscere i disturbi mentali attraverso il cinema e diffondere l'uso della psicologia. In molti film compaiono sintomi, caratteristiche e conseguenze delle patologie mentali.

D'altra parte, molti attori e attrici hanno interpretato il ruolo di psicologi e terapeuti nei film. In alcuni la professione è chiaramente menzionata, in altri solo le scene appaiono in una consultazione o in una piccola parte del trattamento. A volte ciò che appare nel film ha poco a che fare con la realtà, ma in ogni caso serve a diffondere e avvicinare la professione al pubblico.

7- Promuove l'espressione delle emozioni

Il cinema incoraggia l'espressione delle emozioni. Durante la visione di un film, lo spettatore può passare attraverso sentimenti diversi come sorpresa, angoscia, paura, frustrazione o tristezza in pochi minuti. L'espressione di queste emozioni ci allevia e ci rende in contatto con il più intimo del nostro essere.

8- Efficace nelle terapie di gruppo e nelle comunità terapeutiche

La visione di film o scene si è dimostrata molto efficace nelle terapie di gruppo e nelle comunità terapeutiche. Nel trattamento della tossicodipendenza viene solitamente usato regolarmente.

Dopo aver visto il film, viene stabilito un dibattito per riflettere su ciò che è accaduto in esso, essendo più facile affrontare l'argomento parlando del personaggio piuttosto che di se stessi.

È sempre più comune usare il cinema come forma di prevenzione. Insegnare, avvertire e conoscere le possibili conseguenze di un comportamento o di una situazione specifica. Di solito è usato per prevenire problemi come la violenza di genere, i disordini alimentari o la tossicodipendenza.

9- È un mezzo didattico

L'uso di film come mezzo di insegnamento è molto comune. È una risorsa che è molto attraente per gli studenti e aiuta a suscitare il loro interesse in diversi argomenti. Usarlo per portare avanti un dibattito o una riflessione comune può aiutare a interiorizzare argomenti importanti come i valori sociali o comportamenti di convivenza appropriati.

10- È un modo per sentirsi identificati

L'osservatore può sentirsi identificato con uno dei personaggi perché attraversa un processo simile al tuo. In questo modo possono comparire diversi punti di vista prima dello stesso conflitto, apprendere alternative di azione che non sarebbero state sollevate o prendere distanza dal problema osservandolo dall'esterno.

Aiuta ad essere più creativo e flessibile utilizzando l'immaginazione per cercare diverse opzioni. In breve, scopri che altre persone potrebbero attraversare lo stesso problema e diversi modi per risolverlo.

11- Migliora la motivazione

Guardare un film in cui il protagonista lotta e lotta per raggiungere i propri obiettivi o obiettivi può essere una buona motivazione per decidere di fare lo stesso. A volte la forza di ciò che trasmette è così potente che genera una motivazione di cambiamento nella persona.

Puoi vedere in quel protagonista un modello per seguire o realizzare gli aspetti belli della vita, valutare i piccoli dettagli oi piaceri della vita quotidiana o iniziare a vivere in modo più consapevole. Può aiutare a trovare opzioni che non sono state rimescolate e persino a cambiare la direzione della vita.

12- I film offrono speranza

Molti film ci offrono speranza. Ci insegnano che la vita è complicata ma che è sempre possibile ricominciare da capo. Ci mostrano anche persone che stanno attraversando una vita molto difficile e come la superano, il che infonde una sensazione di valore e benessere.

13- Contribuisce allo sviluppo dell'empatia

Molte volte non capiamo il modo in cui una persona agisce o il modo in cui si comportano in una situazione. I film ci insegnano che ci sono tanti modi di agire come persone, e che ognuno ha determinati motivi per farlo, sia che li condividiamo o no.

Capire questo ci aiuta ad essere più empatici, a metterci nella pelle dell'altro e ad essere in grado di comprendere le cose come il motivo per cui qualcuno ha preso una decisione che non abbiamo capito all'inizio.

14- Dose di umorismo e risate

Diversi studi hanno mostrato i benefici della risata sia fisicamente che mentalmente. Viene anche mostrato che guardare una commedia accompagnata da altre persone ci dà più piacere e genera più "risate" che se lo facciamo da soli.

15- Migliora le relazioni sociali

Andare al cinema o guardare un film con altre persone ci aiuta a condividere tempo e spazio con amici e familiari. Inoltre, di solito generano punti di vista diversi e conclusioni o analisi diverse, che contribuiscono alla comunicazione e alla socializzazione con altre persone.

16- I film aiutano ad ampliare le nostre conoscenze

I film servono come mezzo di informazione. Ci insegnano paesi, costumi, culture diverse dalla nostra o eventi storici che altrimenti non avremmo saputo.

E quali altri benefici della terapia del film conosci?