John Rowe: biografia, scoperte e teorie

John Rowe (1918-2004) era un professore emerito di antropologia a Berkeley che si distinse usando un approccio interdisciplinare nelle sue ricerche empiriche sulle Ande peruviane e nel suo sviluppo di nuove teorie archeologiche. Tra gli altri, ha combinato conoscenze nel campo dell'archeologia, della storia, dell'etnografia, dell'arte e della linguistica.

Per oltre sei decenni, John Howland Rowe dedicò la sua vita alla ricerca archeologica e storica nel territorio peruviano. Le sue indagini lo hanno reso un'autorità in materia. Grazie a loro, le generazioni seguenti hanno avuto la possibilità di comprendere meglio il Perù preispanico e coloniale.

Nel processo, John Rowe ha formato diverse generazioni di studenti, sia a Berkeley che a Cuzco. Allo stesso modo, ha influenzato molti altri e li ha attratti dalle indagini sul passato Inca. I suoi biografi raccontano che pochi studiosi del territorio centrale andino sono stati così sistematicamente originali e produttivi nel loro lavoro.

Allo stesso modo, riconoscono l'impatto indelebile che il loro lavoro ha avuto negli studi andini. Nonostante una carriera straordinaria e distinta, Rowe è rimasta senza pretese.

Ha sempre insistito sul fatto che gli studenti ei loro colleghi lo chiamano semplicemente John. Inoltre, era molto disposto a condividere le sue idee e le sue ipotesi con gli altri.

biografia

Primi anni

John Rowe è nato il 10 giugno 1918 a Sorrento, nel Maine, negli Stati Uniti. Suo padre era Louis Earle Rowe, che è stato direttore della Rhode Island School of Design. Sua madre, Margaret Talbot Jackson, è stata assistente al direttore dell'Arts Institute of Minneapolis. Successivamente è stata curatrice presso la Galleria d'arte dell'Università di Yale.

In giovane età, John decise di diventare un archeologo. Infatti, i suoi genitori hanno affermato che John ha comunicato tale decisione a loro all'età di tre anni. La formazione accademica dei suoi genitori ha avuto una grande influenza su questa decisione.

Suo padre aveva voluto dedicarsi all'archeologia fin dai suoi giorni da studente alla Brown University. Inseguendo quel sogno, partecipò agli scavi del 1911 in Egitto guidati dal Museum of Fine Arts di Boston. Tuttavia, a causa delle scarse prospettive di lavoro in archeologia, decise di dedicarsi a un altro lavoro.

Per quanto riguarda sua madre, ha sempre lavorato nel campo dell'arte. Quindi, il bambino John Rowe non aveva modo di non essere intrappolato dalle attività professionali e accademiche dei suoi genitori. L'archeologia è diventata una parte molto importante del loro sviluppo infantile.

Gioventù e vita universitaria

Quando John Rowe aveva dieci anni, i suoi genitori andarono in Egitto. Fu lasciato a Roma alle cure di una bambinaia francese insieme a suo fratello e sua sorella. Durante quel periodo ha studiato in una scuola per bambini americani. Inoltre, durante questo soggiorno ha sviluppato un interesse per l'archeologia visitando e studiando le sue rovine classiche.

All'età di 13 anni, John è entrato in contatto con l'archeologia peruviana quando ha letto un libro che ha trovato in una biblioteca locale. L'anno seguente si dedicò a leggere tutto ciò che riuscì a trovare sul Perù e sulla sua archeologia.

Mentre al liceo, John Rowe è stato in grado di esaminare la collezione di antichi oggetti peruviani nel museo RISD (Rhode Island School of Design). Allo stesso modo, ha frequentato numerosi corsi di storia dell'arte. Queste esperienze furono sufficienti per convincerlo a specializzarsi nell'archeologia peruviana.

Quindi, si iscrive alla Brown University e si dedica allo studio dell'archeologia classica e, allo stesso tempo, alla letteratura spagnola nel periodo 1935-1939. Successivamente, studiò antropologia all'Università di Harvard dal 1939 al 1941.

Vita professionale

Dopo essersi diplomato con lode, John Rowe è entrato nel Dipartimento di Antropologia dell'Università di Harvard. Mentre era lì, fondò il gruppo studentesco Club de Excavadores . Con loro ha svolto ricerche in Massachusetts, Florida e Maine. Questo è stato uno sforzo per migliorare le loro abilità nella scienza dell'archeologia sul campo.

Nel 1941 partecipò a una spedizione organizzata dall'università di Harvard verso il sud del Perù. Come parte di questa spedizione, ha condotto esplorazioni a Puno insieme ai principali ricercatori dell'università. Dal 1946 al 1948, ha lavorato in Colombia per lo Smithsonian Institute (Smithsonian Institute).

Poi, nel 1948, iniziò a insegnare all'Università della California. Questa istituzione sarebbe la sua base per il resto della sua carriera professionale. Al momento della sua ammissione, è stato nominato assistente professore di antropologia. È stato anche nominato Assistente curatore dell'archeologia sudamericana presso il Museo di antropologia dell'Università.

Dall'arrivo di John Rowe a Berkeley nel 1948 e dal suo ritiro nel 1988 all'età di 70 anni, ha diviso i suoi sforzi tra ricerca e insegnamento. Al college, ha formato e consigliato un gran numero di studenti. Fu anche consigliere di oltre due dozzine di dottorati, la maggior parte dedicati all'archeologia andina.

Vita personale

Dopo aver conseguito il master in antropologia presso l'Università di Harvard nel 1941, si è sposato per la prima volta. Sua moglie, Barbara Burnett, era una studentessa di musica conosciuta dal Maine.

Quando la seconda guerra mondiale si dichiarò, John Rowe fu messo in evidenza dall'esercito per servire in Europa come sergente negli ingegneri di combattimento statunitensi. UU. Ha partecipato alla battaglia del rigonfiamento in Belgio. Fu anche coinvolto nella distruzione e costruzione di ponti e strade durante l'invasione alleata della Germania.

Nel 1947, dopo essersi ritirato dall'esercito, si recò ad Harvard per completare il suo dottorato. in Storia e Antropologia dell'America Latina. Mentre era lì, nacque la prima delle sue due figlie, Ann. Quindi, accettò una posizione per lavorare nell'archeologia nella regione di Popayán in Colombia. Lì visse per un po 'insieme alla sua famiglia.

riconoscimenti

John Rowe è stato ampiamente onorato per tutta la sua vita professionale. Tra gli altri, è stato insignito del Robertson Prize dell'American Historical Association (1957), Ufficiale dell'Ordine "The Sun of Peru" (1968) e della Gran Croce dell'Ordine "Al Merito por Servicios Distinguidos" (Peru, 1981).

Ha anche ricevuto i seguenti riconoscimenti come membro delle seguenti istituzioni:

  • Society of Antiques of London
  • Accademia nazionale di storia (Lima)
  • Deutsches Archaeologisches Institut
  • Société des Américanistes de Paris

Allo stesso modo, è stato nominato professore onorario del Dipartimento accademico di studi umanistici della Pontificia Università Cattolica del Perù (Lima) nel 1996.

Gli ultimi anni

John Rowe si ritirò nel 1988, ma continuò le sue indagini fino a pochi anni prima della sua morte. Morì di complicazioni derivanti dalla malattia di Parkinson, il 1 maggio 2004 a Berkeley.

Al momento della sua morte, era sposato in seconde nozze con Patricia Lyon, un'archeologa e ricercatrice di etnologia amazzonica.

Alla sua morte, è sopravvissuto da due figlie del suo primo matrimonio, Ann Pollard Rowe e Lucy Burnett Rowe. Fu anche sopravvissuto, una sorella, Edith Talbot Rowe, e sua moglie, Patricia Lyon.

Scoperte e teorie

Nel 1941, John Rowe partecipò a una spedizione organizzata dalla Harvard University nel sud del Perù. Lì svolse esplorazioni nella regione di Puno e Cuzco e scoprì una caratteristica ceramica appartenente al primo periodo dell'orizzonte . Questa scoperta ha fornito la prima visione del passato di Cuzco prima della comparsa degli Incas.

L'anno seguente è tornato in Perù, dove ha trascorso i due anni successivi (1942-43). In quel viaggio ha completato una ricerca di dottorato nella capitale di Tahuantinsuyu. Come risultato di questa ricerca, John Rowe è stato in grado di identificare lo stile ceramico Killke come antenato della ceramica Inca nella regione del sito di scoperta.

John Howland Rowe era un abile studioso che dedicò la sua vita allo studio di antiche civiltà, in particolare quella dell'antichità andina. Fu anche il principale studioso inca del ventesimo secolo.

Tra gli altri, ha stabilito le basi dell'orizzonte / schema cronologico del periodo che predomina ancora negli studi della preistoria andina. Ha anche pubblicato estensivamente su etnologia sudamericana, linguistica, storia dell'antropologia e storia della tecnologia.

Rowe dedicò molta della sua attenzione alla cultura Chavín. Attraverso un attento esame dell'architettura di Chavín de Huantar, ha proposto una sequenza di costruzione che è stata utilizzata per sostenere una lunga cronologia stilistica degli intagli e dei disegni in pietra.